0 Utenti connessi
Hai dimenticato la password?

linea di sangue

Gold Blood (Gold Blood, Gold Blood)
Descrizione
Al primo gradino, e più alto, del podio dei Purosangue troviamo i Goldblood. Queste famiglie, in Inghilterra sono tre supersisti, sono quelle dei: Blackrose, Whiterose e Greenhood. Tali famiglie vantano un albero genealogico di soli purosangue, senza alcuna eccezione e sono dunque da considerarsi pure al 100%. I diversi schieramenti di queste tre famiglie sono ben descritti all'interno dell'ambientazione (colgo al balzo l'occasione per rammentarvi di leggerla attentamente) e dunque non ci dilunghiamo oltre. Costoro hanno contratto matrimoni oculati in modo da mantenere la loro linea di sangue pura e chiara.
Ruolistica
L'antichità e nobiltà di sangue di tali famiglie comporta un circolo chiuso di ricchezze che si sono mantenute nell'arco dei secoli ed accresciute facendo di questi ricchissimi possidenti. Vivono nell'agio e spesso anche nell'ozio, persi in raffinatezze mondane ed intrisi di giochi di potere. Ricoprono le più alte cariche del mondo magico e con le loro ingenti ricchezze sono in grado di influenzare l'economia e l'andamento della politica. Sono irrimediabilmente legate tutte tra loro da vincoli matrimoniali ed hanno dunque ceppi comuni del grande albero genealogico. I nomi ed i volti di tali personaggi sono ben noti in tutto il mondo il magico, non solo per la loro purezza ma per i ruoli di importanza statale che ricoprono.
Halfblood (Halfblood, halfblood)
Descrizione
Mezzosangue è un termine dispregiativo usato per connotare coloro che posseggono solo per metà (metaforicamente, poichè non sono mezzi-maghi ma maghi come tutti gil altri) sangue magico, ovvero nascono dall'unione di un mago ed un babbano. In questa particolare accezione è inutile la considerazione della genealogia del genitore dotato di poteri magici, dunque è irrilevante che questi sia a sua volta mezzosangue piuttosto che puro da qualche generazione (categoria che tratteremo poco oltre). Anche i mezzosangue come i Nati Babbani potrebbero trovarsi al centro di polemiche derivanti da disquisizioni riguardanti il loro sangue, discriminazioni o beffe, da parte di chi ritiene di possedere sangue (più) puro o ha ideali tradizionalisti legati alla conservazione del sapere magico tra pochi eletti.
Ruolistica
A differenza che per i Nati Babbani, qui si impone una distinzione legata al BG del singolo. Nel primo caso il PG potrebbe essere cresciuto in una famiglia in cui il genitore mago abbia ritenuto, per proprie motivazioni personali, di non far menzione della propria natura e quindi deciso di far crescere il proprio figlio come un ragazzino babbano a tutti gli effetti. In questo caso il ragazzino verrebbe a conoscenza del mondo magico, come per i Nati Babbani, solo al compimento dell'undicesimo anno di età con il sopraggiungere della lettera concernente l'ammissione alla scuola di magia. In tale accezione vigono i principi della ruolistica per i Nati Babbani: conoscenza attenta del mondo babbano, del suo funzionamento e delle strutture tuttavia alcuna conoscenza del mondo magico (Vedi sopra per le specifiche). Nel caso differente che il genitore mago non abbia negato la propria natura e quella stessa del ragazzo è d'uopo una conoscenza discreta di entrambi i distanti universi, quello magico e quello babbano, (poichè si ritiene che logicamente il genitore non mago non possa come l'altro mentire sulla propria condizione, quindi lavorerà presso strutture babbane) con le svariate sfumature che vorrete e potrete dare al vostro BG.
Nati Babbani (Nato Babbano, Nata Babbana)
Descrizione
Sono coloro che nascono da genitori, entrambi, babbani ma manifestano i sintomi del sangue magico. Costoro alla stregua dei Mezzosangue sono guardati con disprezzo dai maghi che si ritengono puri (ricordiamo sempre che le famiglie veramente pure rimaste sono un numero irisorio e quindi tutti i maghi o quasi hanno nella loro discendenza mezzosangue e babbani) e da coloro che vorrebbero una certa restrizione del sapere magico tra pochi eletti.
Ruolistica
Si presuppone che nella stragrande maggioranza dei casi, se non nella totalità, costoro abbiano vissuto, fino all'età consona per ricevere la lettera di ammissione ad Hogwarts, completamente immersi nella vita del mondo babbano, ignari dell'esistenza di un mondo magico. Ciò che logicamente ne deriva è che tali soggetti debbano conoscere oggetti babbani (cellulare, automobile, paperelle di gomma) ed il loro funzionamento nello specifico, così per quanto riguarda lo scorrere della vita nel mondo non magico. Altresì è plausibile, anche se non obbligatorio, che non siano completamente a conoscenza di tutte le meccaniche del mondo magico o delle tradizioni, piuttosto che dei piccoli particolari quotidiani ai quali non hanno assistito perchè cresciuti in un mondo differente. La quasi completa ignoranza del mondo magico può essere giocata per PG che abbiano 11/12 anni, non di più; in età più avanzate si dà per consuetudine che qualcosa del mondo magico, anche se certamente non tutto, abbiano conosciuto. Mentre per i PG adulti questo suddetto non vale, poichè dopo sette o più anni di permanenza all'interno della scuola è da dare per scontato che la stragrande maggioranza delle consuetudini del mondo magioco ormai gli appartengano.
Silver Blood (Silver Blood, Silver Blood)
Descrizione
Sono il secondo gradino del podio dei purosangue. Sono un esiguo numero di famiglie e quindi è nell'interesse della coerenza con l'ambientazione e quindi della gestione far in modo che non si espandano a macchia d'olio. Questi non hanno vincoli generazionali per quanto concerne la purezza, ma sono pur sempre al secondo gradino. Il motivo è il seguente: tali PG sono figli di famiglie piuttosto antiche che però hanno nel loro albero genealogico alcune "bruciature" o snodi poco chiari, ma che segnano inevitabilmente la corruzione del sangue.
Ruolistica
Gli appartenenti a queste famiglie sono indissolubilmente legati ai destini dei Goldblood (di cui parleremo subito dopo) ma nei confronti di questi vivono un sentimento altalenante di sudditanza e subordinazione oltre che di rispetto e alle volte di invidia. Taluni tentano di spacciarsi per Goldblood con risultati diversi, o abbindolando il brimo nato babbano di turno oppure suscitando l'ilarità dell'avventore, poichè le famiglie di Goldblood sono ben note essendo solo tre in tutta l'Inghilterra. La stragrande maggioranza degli appartenenti a queste famiglie è di idee puriste, è per la restrizione del sapere magico. L'antichità di tali famiglie ne fa capisaldi dell'economia che traina il mondo magico, sono spesso grandi possidenti, con un tenore economico decisamente agiato. Potremmo descriverli come appartenenti all'alta borghesia o alla piccola nobiltà; sono spesso alti funzionari del ministero con ruoli di gestione e di potere. Date tutte queste premesse non gradiscono far menzione delle zone d'ombra del loro vantato albero genealogico, se quindi mai vi venisse in mente di attentare ad una cosa simile, vostre sarebbero le conseguenze.
Wood Blood (Wood Blood, Wood Blood)
Descrizione
Si rende necessaria una piccola premessa per quanto riguarda il nome, che è di nostra personalissima inventiva e non compare a differenza dei due precedenti nella saga della Rowling. Abbiamo deciso di nominare le tre categorie dei purosangue con il nome di materiali più o meno nobili, cosichè fosse a primo impatto chiara una sommaria differenza che andremo a distinguere nel corso di questa introduzione alle razze. Letteralmente Wood è legno e blood è sangue, sangue di legno. Questo è il più basso dei gradini nella macro categoria dei purosangue. Gli appartenenti a questa categoria sono necessariamente figli di maghi, non importa quale sia la categoria di appartenenza dei genitori (mezzosangue, nati babbani, Woodblood) purchè entrambi siano dotati di potere magico. L'unico vincolo è: sono puri al massimo da tre generazioni, quindi non possono fregiarsi di discendenze di chissà quale antichità.
Ruolistica
Non sono soggetti allo scherno come Mezzosangue e Nati Babbani, salvo che a rendere conto del loro sangue non troppo puro siano Silver o Goldblood, di cui andremo a spiegare dopo. Per quanto riguarda invece l'altra faccia della medaglia, ovvero far vittima qualcuno dei loro scherni, in questo si richiede un distinguo di buonsenso: se siete da BG figli di due mezzosangue sarà a dir poco implausibile che vi venga in mente di dare dello "Sporco Mezzosangue" a qualcuno, a meno che non vi facciano salvi alcune eccezioni che dovrete discutere sempre con chi di competenza. La conoscenza del mondo magico è richiesta in congruenza all'età, se avrete undici anni è poco plausibile (salvo sempre eccezioni concordate a bg) che sappiate elencare i nomi di tutti i presenti alla corte del Wizengamot, altrettanto che non conosciate l'utilizzo di una ricordella! Per quanto riguarda invece il mondo babbano potreste aver udito racconti di genitori oppure nonni, la profondità di questa conoscenza deve essere logicamente coerente con il BG. La classe sociale cui solitamente questi PG appartengono è la piccola borghesia con cui intendiamo: piccoli funzionari del ministero e commercianti. Il tenore di vita è quello che solitamente appartiene a questa categoria sociale, ovvero si collocano nella fascia media, non faticano ad arrivare alla quarta settimana del mese, ma non posseggono la capacità economica per vivere nell'agio più completo o nell'ozio.


Prova - Responsabile legale: Sabrina - Amministratore del Database: Admin DB - Contatti: mail@domain.ext. Basato su "GDRCD 5.1". CMS Open Source sviluppato da Salvatore Rotondo e distribuito gratuitamente. Licenza e condizioni d'uso